Bill in the Tea – Big Tree

6,5

Composizione: 6,5
Produzione: 6,5
Testi: sv
Armonia del disco: 6

Bill in the tea2

Progressive/Ambient

Ancora una volta siamo nei guai. Dobbiamo recensire ottimi musicisti che suonano una musica già sentita da trent’anni. I Bill in the Tea sono un gruppo prog nel senso più classico del termine. Suonano una musica complessa ma che si lascia gradevolmente ascoltare, come dei Genesis un po’ meno “strani” e cervellotici. Il sound è caldo e ben amalgamato, e il risultato sono melodie soft degne della migliore musica ambient, con quella raffinatezza tecnica che un ascoltatore attento non può non cogliere.

Non c’è un singolo pezzo che abbiamo trovato inadeguato o non ci sia piaciuto. Ciò non toglie che di invenzione non ci sia quasi nulla. Non c’è proprio la minima voglia di trovare una dimensione originale anzi, I wanna be Frank Zappa è una palese dichiarazione d’intenti, che Odio John Lennon non può mai condividere. Andare ad esplorare un campo che il suo top l’ha già visto non è mai una buona idea, limita tantissimo la creatività.

I pezzi che abbiamo gradito di più sono stati Interloop – un intermezzo veramente originale – e June, una ballad pop con un’arrangiamento prog veramente mirabile, che riesce a fondere perfettamente una composizione complessa ma mai astrusa con dei suoni contemporanei, con la pace di una voce non proprio perfetta.

Bill in the tea

La produzione è piuttosto limpida e risponde bene alle esigenze di un comporre così articolato. Sui testi abbiamo preferito non esprimerci in quanto salvo pochi interventi le parole non assumono mai un ruolo centrale nelle tracce.

In definitiva Big Tree è buon disco anche se molto scontato. La bravura dei musicisti è innegabile, ma saper suonare perfettamente Mozart non ti rende Mozart. A dimostrazione di una pecca di genere c’è l’estrema lunghezza dei pezzi, che sebbene abbiano sempre qualcosa da dire, si perdono in code eccessive. La vera prova che artisti con questa potenza di fuoco dovrebbero cogliere è quella di inventare, non semplicemente riproporre e svecchiare. Ogni volta che i Bill in the Sea raccolgono questa sfida vincono, il problema e che lo fanno ancora troppo poco.

Fatevi coinvolgere qui:

Facebook
Bandcamp

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...